Di cosa si tratta

La Tenda Summer School è il primo campus internazionale di Commedia dell’Arte per giovani attori, patrocinata dal Giffoni Film Festival, in collaborazione con: Bilingual Acting School di Parigi, East 15 Acting School di Loughton in Inghilterra, Gitis School di Mosca, Athens Conservatoire Drama di Atene, Warsaw Film School di Varsavia, Prague Film School di Praga, Manicomicos di La Coruna in Spagna, Piraeus Society Dramatic Arts School di Atene, Scuola il Funaro di Pistoia, Associazione Teatrale La CaraMella di Brescia, Cultura e Solidarietà, in collaborazione con Itsos Albe Steiner di Milano.

L’internazionalità dell’evento è garantita dalla partecipazione di quattro docenti europei di recitazione: Massimo Malucelli, insegnante internazionale di Commedia dell’arte, nonché Responsabile Artistico del corso, Marco Alì, docente di teatro sensoriale,Joe Gallagher di Glasgow, specialista di teatro Shakespeareiano, con particolare riguardo alla sua dimensione comica, direttore della compagnia scozzese “Teatro Replico”; e Anabell Gago, docente di teatro e movimento scenico, dalla Galizia, Spagna.

Il tema principale del corso è “Dalla commedia dell’arte alla comicità contemporanea” e la cornice perfetta per questa corrente teatrale, nata mezzo millennio fa, è la cinquecentesca Villa La Mensa, a Sabbioncello San Vittore nel comune di Copparo, in provincia di Ferrara.
Gli allievi hanno tra i 14 e i 24 anni e provengono da tutta Europa.

Otto giorni, 50 ore di lezione, dal 4 all’11 agosto, per una full immersion nel mondo della recitazione e del teatro, in un luogo magico, dove gli studenti dormono in tenda, accompagnati dal verso dei pavoni che circolano liberi nella corte della villa.

La Tenda Summer School nasce con l’obbiettivo di fornire grammatiche, tecniche ed approfondimenti per rivitalizzare la scena contemporanea e la professionalità dei giovani attori. Propone seminari intensivi a carattere laboratoriale, sette ore al giorno per sei giorni, nei quali fare un’esperienza creativa e professionalizzante che prepari ad affrontare la dimensione del palcoscenico.

La Tenda Summer School è dunque pensata per offrire ai ragazzi il giusto mix tra studio e divertimento. Gli allievi avranno infatti la possibilità di lavorare con un team di docenti internazionale e contemporaneamente di svagarsi approfittando dello spazio-ricreativo e rilassante, che favorisce la condivisione e la socializzazione fra i protagonisti dell’esperienza.


La Tenda Summer School

L’intento della Tenda Summer School è quello di contribuire alla crescita professionale e umana e allo sviluppo del talento delle nuove generazioni. Ma è anche il luogo ‘protetto e privilegiato’ per chiunque, animato da passione o da incontenibile curiosità, decida di dedicare il proprio tempo libero all’acquisizione di strumenti mutuati dal campo dell’arte, non solo per costruirsi un futuro al suo interno, ma anche per un utilizzo trasversale e integrato dei linguaggi espressivi e delle loro metodologie.

Si tratta quindi di un servizio del territorio verso i giovani del territorio circostante, ma anche aperto alle ricchezze di tutti i possibili scambi sul piano nazionale e internazionale.

Alla fine del corso, le scene, interpretati dagli allievi sulla base del lavoro svolto e dei personaggi comici creati durante l’esperienza, sfoceranno in una prova aperta finale.

Gli allievi frequentanti la “Tenda Summer School” avranno naturalmente la possibilità di approfondire temi e tecniche che li faciliteranno nell’eventuale prova di accesso per il successivo anno del “Centro Preformazione Attoriale” (www.centropreformazioneattoriale.it).

I corsi inizieranno il 5 agosto (con arrivo in villa il 4 agosto) e si concluderanno il 10 agosto (chiusura della Summer l’11 mattina).

La Summer durerà quindi 8 giorni, per 6 giorni di lezioni di sette ore ciascuna: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

L’ultimo giorno sarà organizzata una serata di festa e spettacolo, in forma di “work in progress”.

In alcune delle altre sere vi sarà poi la proiezione di film inerenti il lavoro svolto e quindi la dimensione della comicità (La Commedia dell’Arte nel cinema italiano e nella comicità contemporanea).